CP gancio L1.jpg


Gru a ponte

Carroponti per ogni tipologia di industria

Gru a ponte per l’industria siderurgica:

 

Michielotto progetta e realizza gru per qualsiasi tipo di impiego nell’ambito dell’industria siderurgica.

Le macchine destinate a questo genere di servizio sono, solitamente, caratterizzate dalla gravosità del loro impiego; infatti, essendo utilizzate in impianti a ciclo continuo, esse sono solite essere impiegate 24/24 ore per periodi che arrivano fino a 340 gg/anno, a velocità che possono arrivare a 120÷140 m/min per lo scorrimento del ponte, fino a 80 m/min per la traslazione del carrello e fino a 30 m/min per quanto riguarda la velocità di sollevamento. Data la gravosità dell’impegno sono progettate e costruite facendo riferimento a classi di utilizzo A7÷A8 / M7÷M8.
Solitamente, il controllo delle operazioni viene eseguito da operatore all’interno di cabine condizionate situate sotto le travi del ponte o solidali al carrello-argano.
Le gru impiegate nell’industria siderurgica sono studiate e realizzate in modo da rendere rapide e poco frequenti le operazioni di manutenzione.

Gru da parco rottami: Queste macchine sono dotate di particolari dispositivi quali polipi elettro-idraulici o magneti adatti alla presa e movimentazione di tutti i tipi di rottame (leggero, medio, pesante). Le gru a ponte da parco rottame sono in genere utilizzate per caricare il metallo di scarto.

Gru da colata: Sono macchine dedicate alla movimentazione delle siviere da colata; le operazioni sono eseguite mediante l’utilizzo di ganci lamellari sorretti da una traversa con dispositivo “anti-pendolamento”. Le condizioni di impiego sono caratterizzate da forte stress strutturale dovuto ai gravosi regimi di lavoro in presenza di temperature elevate ed ambienti ad atmosfera aggressiva. Questo tipo di macchine, sono in genere, utilizzate in impianti produttivi a ciclo continuo.
Data la particolarità dell’impiego, le gru da colata sono progettate e realizzate in funzione dei più stringenti criteri di sicurezza dai quali deriva la ridondanza dei sistemi, scudi termici in lamiere di acciaio inox / zincato, tempestivo controllo dei carichi, componentistica elettrica - elettronica speciale, macchina controllo assistite elettronicamente, dispositivo meccanico ed elettronico anti-oscillazione, monitoraggio in tempo reale di tutte le funzioni, ecc. La capacità di carico delle gru a ponte per movimentazione della siviera possono essere estremamente ingenti: fino a 400 Ton.

Gru per movimentazione semilavorati: Queste gru sono utilizzate per muovere lastre, coils, billette etc.: sono, in genere, dotate di particolari complementi (magnetici o a pinza) necessari per la presa e movimentazione dei prodotti che possono avere temperature fino a 600 °C; l’utilizzo di carrelli girevoli o di traverse girevoli, inoltre, permetto la rotazione di 360° (attorno alla verticale) dei semilavorati.

Gru movimentazione scorie: Utilizzate per muovere gli scarti di lavorazione dei processi da altoforno: sono gru per impiego pesante dotate di benne elettroidrauliche per la movimentazione di materiali ad alta densità e chimicamente aggressivi.

Gru a ponte per cicli automatici di processo:

 Michielotto progetta e realizza gru a ponte dedicate allo svolgimento automatico di cicli operativi ad elevato livello di automazione; queste macchine sono, in genere, dotate di un’unità di comando centralizzata posta a terra, che sovrintende al controllo delle operazioni. L’unità di controllo a terra è accessibile al controllo da parte del personale, che svolge un ruolo di supervisione. Queste macchine possono essere equipaggiate con:

  • Dispositivo automatico di controllo del materiale presente a magazzino mediante sensori di rilevamento laser o a radiofrequenze
  • Controllo automatico della posizione della macchina
  • Controllo quantità di cavo avvolto sul tamburo dell’argano
  • Sistema di apprendimento automatico intelligente delle operazioni

Le macchine utilizzate nei cicli automatici di processo sono, generalmente, sottoposte ad impiego gravoso e, pertanto, sono collocate in classi elevate di utilizzo: A7÷A8 / M7÷M8.

Il Know-how nel campo dell’automazione riveste un ruolo fondamentale per questo tipo di gru a ponte. Michielotto ha sperimentato con successo l’installazione di gru a ponte a ciclo automatico soprattutto nel campo della lavorazione di acciaio e alluminio e della movimentazione di RSU all’interno di impianti di termovalorizzazione.

 Gru a ponte antideflagranti:

 Fra le macchine speciali prodotte da MICHIELOTTO si collocano anche le gru a ponte antideflagranti. Esse sono utilizzati nel caso ci si trovi ad operare in ambienti a rischio esplosivo (Rif. Norme ATEX). Nella progettazione e realizzazione di  queste gru sono adottati particolari accorgimenti atti a limitare le temperature massime sviluppate durante l’utilizzo della macchina, e ad impedire la possibilità dello sviluppo di fiamme o scintille da parte della componentistica elettrica, elettronica e meccanica. Queste gru sono state impiegate con successo soprattutto nell’ambito dell’industria energetica e petrolchimica.

Gru a ponte per  l’industria dell’energia:

 Questo  tipo di  gru è utilizzato  sia per la manutenzione sia per la movimentazione di  dispositivi per la produzione di  energia (es. turbine); sono, in genere, macchine di classe di utilizzo media A4÷A5 / M4÷M5 e caratterizzate da portate da 30-40 ton fino a 400 ton. Se operanti in presenza di atmosfere a rischio esplosivo possono essere realizzate con tecnologie antideflagranti. Normalmente sono  caratterizzate da esiguo utilizzo e velocità limitate.

Gru a ponte per cartiere:

Michielotto progetta e realizza gru da impiegare nell’ambito dell’industria cartaria. Le macchine destinate a questo genere di servizio sono caratterizzate da adeguata predisposizione all’ambiente di lavoro: essendo utilizzate in impianti con alti tassi di umidità e acidità e a temperature alte, sono realizzate con grado di protezione elevato, verniciature speciali e funi adatte allo specifico utilizzo. Le gru impiegate nella produzione della carta sono spesso dotate di due paranchi collegati con una traversa per il sollevamento delle bobine e di gancio motorizzato girevole. Il loro ciclo di lavoro è inserito nel ciclo di produzione dello stabilimento.  

Top